(Adnkronos) – Un raid russo ha colpito la capitale ucraina, Kiev, causando la morte di due persone e il ferimento di 17. Lo rende noto l'Amministrazione militare della città di Kiev, come riporta il quotidiano Kyiv Independent con un tweet. Missili lanciati dalle forze armate russe hanno quindi colpito un ospedale ostetrico e un centro commerciale a Dnipro. Lo ha confermato il primo ministro ucraino Denys Shmyhal spiegando che nell'attacco missilistico sono state uccise quattro persone. Il sindaco di Leopoli, Andréi Sadovi, ha riferito questa mattina di un attacco notturno delle forze armate russe contro la città ucraina, che raramente riceve attacchi a causa della sua posizione, dato che si trova nell'estremo ovest del Paese. Dalle prime informazioni risulta che i russi hanno attaccato Leopoli con più di dieci droni, anche se non si sa al momento se ci siano delle vittime, come ha segnalato Sadovi attraverso il suo canale Telegram. A Kharkiv, nel nord-est dell'Ucraina, Mosca ha effettuato un "massiccio bombardamento missilistico" e si sono sentite almeno otto esplosioni, che hanno causato problemi nella fornitura di elettricità e nei trasporti, dice il sindaco della città, Igor Terejov. Ore prima, il governatore della regione di Odessa (nel sud), Oleg Kiper, aveva indicato che un grattacielo era in fiamme, dopo che vi erano caduti sopra i detriti di un veicolo aereo senza pilota abbattuto dalle difese aeree ucraine. ''Un totale di circa 110 missili sono stati lanciati contro l'Ucraina, la maggior parte dei quali è stata abbattuta', ha scritto in un tweet il presidente ucraino Volodymyr Zelensky confermando che ''un reparto maternità, strutture educative, un centro commerciale, edifici residenziali a più piani e case private, un deposito commerciale e un parcheggio. Kiev, Lviv, Odessa, Dnipro, Kharkiv, Zaporizhzhia e altre città. Oggi la Russia ha utilizzato quasi ogni tipo di arma nel suo arsenale: 'Kindzhals', S-300, missili da crociera e droni. I bombardieri strategici hanno lanciato missili X-101/X-505''. Zelensky ha aggiunto che ''sfortunatamente, a causa dei raid, ci sono stati morti e feriti. Tutti i servizi lavorano 24 ore su 24 e forniscono l'aiuto necessario. Le mie condoglianze a coloro che hanno perso i loro cari. Auguro una pronta guarigione agli infortunati. Risponderemo sicuramente agli attacchi terroristici. E continueremo a lottare per la sicurezza del nostro intero Paese, di ogni città e di ogni cittadino. Il terrorismo russo deve perdere e perderà''. La Russia ha sferrato da un giorno all'altro contro l'Ucraina gli attacchi aerei più massicci degli ultimi tempi, secondo il portavoce dell'Aeronautica ucraina Yurii Ihnat. "Praticamente è arrivato tutto, a parte i missili da crociera Kalibr", ha detto oggi Ihnat alla televisione ucraina. Tra le armi utilizzate c'erano missili ipersonici Kinzhal, missili balistici di tipo S-300, vari missili da crociera e droni a lungo raggio di fabbricazione iraniana. Sono stati inviati circa 18 bombardieri strategici, ha detto Ihnat. "Non avevamo così tanti obiettivi nemici rossi sui nostri monitor da molto tempo", ha detto.  —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)