(Adnkronos) – Diverse scosse di terremoto sono state registrate dall'Ingv nella notte in provincia di Perugia e, in particolare, con epicentro vicino a Spoleto. Le prime scosse di terremoto c'erano state già ieri pomeriggio, dopo le ore 14. Nella notte e nelle prime ore di questa mattina sono proseguite tanto che dalla mezzanotte l'Ingv ha registrato ben 17 scosse con magnitudo superiore a 2. La scossa più forte è stata quella registrata alle ore 3.23 con magnitudo 3. Un'altra scossa, di magnitudo 2.8, è stata registrata stamattina alle ore 5.47. Dopo degli eventi sismici che, "dalle ore 14 di ieri stanno interessando il territorio comunale (oltre 30 scosse di terremoto con magnitudo fino a 3.0 della scala Richter)", il sindaco di Spoleto Andrea Sisti ha disposto "per la giornata di oggi la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, e in genere le attività per i minori, compresi i servizi educativi 0-3 anni (asili nido pubblici e privati) ed i centri diurni socio-riabilitativi per disabili minori e adulti e per anziani non autosufficienti". Lo fa sapere lo stesso Comune di Spoleto aggiungendo che l’ordinanza sindacale di chiusura delle scuole è in fase di predisposizione e a breve verrà pubblicata all’Albo pretorio online del Comune di Spoleto. Dopo le scosse il Comune di Spoleto ha aperto la sede della Protezione Civile a Santo Chiodo. "Al momento non si registrano segnalazioni di danni o situazioni di rischio nel territorio comunale", sottolinea il Comune aggiungendo che per qualsiasi richiesta di informazione o per segnalazioni "è possibile chiamare il numero 0743 222450 o scrivere all'email protezione.civile@comune.spoleto.pg.it. Eventuali sopralluoghi verranno effettuati nella giornata odierna".  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)