(Adnkronos) – L’Istituto per il Credito Sportivo ha sottoscritto il Codice di Autodisciplina per le Imprese, un’iniziativa a favore della maternità promossa dalla Ministra per la Famiglia, la Natalità e le Opportunità, Eugenia Maria Roccella. Il Codice indirizza l’attenzione delle imprese su tre ambiti: favorire la continuità di carriera delle madri, introdurre iniziative di prevenzione e cura dei bisogni di salute, adattare tempi e modi di lavoro. L’Istituto per il Credito Sportivo è da sempre impegnato nell’attuazione di politiche di welfare e nel rafforzamento delle iniziative a favore delle madri lavoratrici. Il Contratto Integrativo Aziendale di ICS prevede la possibilità per le colleghe di usufruire di congedi facoltativi legati alla maternità, bonus bebè, contributi baby sitter/asili nido/borse di studio, smart working agevolato per i neo genitori. Il Codice è stato sottoscritto dal Presidente Beniamino Quintieri, unitamente ad una lettera di intenti contenente le indicazioni delle buone pratiche poste in essere in attuazione del Codice. “Il governo ha messo la questione demografica fra le proprie priorità, ma questa non è una sfida che possiamo vincere da soli. Serve la collaborazione di tutti, e il coinvolgimento del mondo del lavoro e dell’impresa è fondamentale per favorire la conciliazione vita-lavoro e soprattutto fare in modo che le donne non vivano la maternità e la realizzazione professionale come opzioni alternative. Fare in modo che le donne si sentano libere di mettere al mondo i figli che desiderano senza che questo comporti la rinuncia a realizzarsi è una chiave di volta, e l’iniziativa del Codice è nata proprio per stimolare la responsabilità sociale delle imprese e degli enti economici. L’interesse che stiamo riscontrando fa ben sperare per imprimere un cambiamento culturale che sia anche un cambiamento concreto” ha dichiarato la Ministra per la Famiglia, la Natalità e le Opportunità, Eugenia Maria Roccella.  “La firma del Codice di Autodisciplina per le Imprese conferma la volontà dell’Istituto per il Credito Sportivo di tutelare la genitorialità. Ci impegniamo quotidianamente per garantire le stesse opportunità a tutti i colleghi senza distinzione di genere. Le iniziative messe in campo, oltre all’adozione del nuovo Codice, rappresentano un ulteriore passo che l’Istituto compie nel fornire il sostegno necessario per evitare che le donne di ICS debbano scegliere fra carriera e famiglia. In Istituto promuoviamo la diversità di genere e sosteniamo il ruolo femminile adottando politiche e programmi mirati. Lo testimoniano i numeri: dal 2020 ad oggi i ruoli dirigenziali femminili sono saliti dallo 0 al 19% mentre nei ruoli manageriali di prima linea il 38% è ricoperto dalle donne” ha dichiarato il Presidente Beniamino Quintieri. —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)