Omicidio a Treviglio, in provincia di Bergamo, dove un’anziana ha sparato almeno cinque colpi di pistola contro due vicini di casa, marito e moglie, e ha ucciso l’uomo. Silvana Erzemberger, questo il nome della 71enne, è stata arrestata con l’accusa di omicidio volontario aggravato e tentato omicidio. La sparatoria al culmine di una lite, probabilmente per il cane della coppia.

La ricostruzione

L’allarme è scattato intorno alle 7:40. L’anziana, che aveva un porto d’armi per uso sportivo, dopo aver sparato ai due vicini, è rientrata in casa e lì è stata trovata dai carabinieri di Treviglio, che l’hanno arrestata con l’accusa di omicidio. Abiterebbe al piano di sopra rispetto alla coppia dei Casati e ad essi contesterebbe da tempo la gestione del cane. A seguito di minacce, sarebbe arrivata anche una denuncia da parte dei coniugi.

Nel video diffuso in rete si vede la 71enne, ha atteso il rientro del vicino Luigi Casati dalla passeggiata con il cane e gli avrebbe esploso tre colpi davanti casa, uccidendolo. Poi ha rivolto l’arma contro la moglie di lui, Monica Casati, che era accorsa dopo i primi spari, gambizzandola con altri due colpi di pistola. Ora è in gravi condizioni in ospedale.

La reazione del figlio

Sul posto è giunto anche il figlio della vittima, Emanuele, che, disperato, ha dichiarato: “Questa storia va avanti da anni. Continue le accuse inventate da questa donna contro i miei genitori”. Sotto shock tutti i condomini di via Brasside, dove è avvenuta la tragedia. Per loro, i coniugi Casati erano persone tranquille. Uno dei vicini ha raccontato a Prima Treviglio un precedente: tre settimane fa avrebbe visto la 71enne inseguire con una bastone Luigi Casati. Quel giorno erano intervenuti i carabinieri.