(Adnkronos) –
Gli atleti di Russia e Bielorussia potranno prendere parte alle Olimpiadi di Parigi 2024 a titolo individuale come atleti neutrali. Lo ha deciso il Comitato Olimpico Internazionale. Il Comitato Esecutivo (EB) del Cio ha deciso che gli Atleti Individuali Neutrali (AIN) che hanno guadagnato il pass attraverso i sistemi di qualificazione previsti dalle varie federazioni internazionali aranno dichiarati idonei a competere ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 secondo precise condizioni. "Gli Atleti Neutrali Individuali sono atleti con passaporto russo o bielorusso, nei loro confronti verranno applicate le rigorose condizioni di ammissibilità basate sulle raccomandazioni emesse dall'’EB del Cio il 28 marzo 2023 per le federazioni internazionali e gli organizzatori di eventi sportivi internazionali", spiega il Cio. Tutti gli atleti, compresi quelli che partecipano ai Giochi a titolo individuale, "dovranno sottoscrivere le Condizioni di Partecipazione aggiornate applicabili a Parigi 2024. Queste contengono l'impegno a rispettare la Carta Olimpica, compresa 'la missione di pace del Movimento Olimpico'", sottolinea il Cio. "Solo un numero molto limitato di atleti si qualificherà attraverso i sistemi di qualificazione esistenti delle IF. Tra i 4.600 atleti di tutto il mondo che finora si sono qualificati per Parigi 2024, ci sono solo 11 Atleti Neutrali Individuali (otto con passaporto russo più tre con passaporto bielorusso). In confronto, fino ad oggi più di 60 atleti ucraini si sono qualificati per Parigi 2024. Si prevede che la delegazione ucraina avrà all’incirca le stesse dimensioni di quella dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020". A Parigi, non verranno prese in considerazione squadre composte da atleti con passaporto russo o bielorusso. "Gli atleti che sostengono attivamente la guerra non potranno partecipare o competere. Il personale di supporto che sostiene attivamente la guerra non sarà inserito. Gli atleti che hanno un contratto con l'esercito russo o bielorusso o con le agenzie di sicurezza nazionale non potranno essere iscritti o competere. Non sarà ammesso il personale di supporto ingaggiato dall'esercito russo o bielorusso o dalle agenzie di sicurezza nazionale", precisa il Cio. "Le sanzioni contro i responsabili della guerra, gli Stati e i governi russo e bielorusso, restano in vigore anche per i Giochi Olimpici di Parigi 2024. Ciò significa, in particolare, che: nessuna bandiera, inno, colore o qualsiasi altra identificazione della Russia o della Bielorussia sarà esposta ai Giochi Olimpici di Parigi 2024 in qualsiasi sede ufficiale o in qualsiasi funzione ufficiale. Nessun funzionario governativo o statale russo o bielorusso sarà invitato o accreditato per i Giochi Olimpici di Parigi 2024".  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)