(Adnkronos) – “Esprimiamo il nostro apprezzamento per l’impegno che ieri il sottosegretario alla Salute, Onorevole Gemmato, ha assunto per cercare una soluzione al gravissimo problema che investe il nostro settore per un ribasso di prezzi insostenibile”. Così Uap, Unione ambulatori e poliambulatori – che riunisce Anisap, Associazione Imprese Sanitarie Indipendenti, Confapi, Unindustria, Fenaspat, Federlazio – sul tema del nuovo tariffario, che “è stato ereditato dai governi passati e non consentirà più di garantire le prestazioni ambulatoriali necessarie ai cittadini in primis, generando una crisi di sistema senza precedenti. Il Governo – ricorda Uap in una nota – dovrebbe rivedere il tariffario come hanno già fatto alcune regioni più virtuose del Nord Italia, come l’Emilia Romagna e la Lombardia. Ci auguriamo di essere convocati al più presto dal ministero della Salute, come già richiesto da Uap, per aprire un dialogo costruttivo in vista dell’incontro del 20 marzo, che si terrà a Roma presso il cinema Adriano dalle ore 11.00 alle ore 14.00, che vedrà riunite tutte le maggior associazioni di categoria non solo per salvare tutte le imprese del settore, ma anche i 36 mila posti di lavoro a rischio”. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)