(Adnkronos) – SHANGHAI, 7 dicembre 2023 /PRNewswire/ — La sesta edizione della China International Import Expo (CIIE), che ha chiuso i battenti il 10 novembre, ancora una volta si conferma come evento proficuo, con un valore di transazioni programmate arrivato a 78,41 miliardi di dollari USA nel corso della sei giorni espositiva, pari a un incremento del 6,7% rispetto all'anno precedente.     Il sesto appuntamento con la CIIE, come avvenuto nelle edizioni precedenti, ha proposto l'Esposizione Commerciale, l'Esposizione Nazionale, il Forum Economico Internazionale di Hongqiao e una serie di attività di supporto, oltre ad eventi dedicati a scambi culturali tra i popoli. L'Expo di quest'anno ha richiamato un numero incredibile di partecipanti da 154 paesi, regioni e organizzazioni internazionali. Oltre 3.400 imprese, tra cui 289 dei 'top 500' tra le aziende e i colossi dell'industria, hanno presentato un numero record di nuovi prodotti, tecnologie e servizi. Sono stati più di 400 i prodotti high-tech, le tecnologie e i servizi innovativi che hanno debuttato nel corso di questa grande fiera. La sesta edizione della CIIE, inoltre, ha accolto più di 750 missioni commerciali, con oltre 600 accordi programmati nel corso di 96 cerimonie per la firma di progetti. L'Esposizione Nazionale, quest'anno nuovamente in presenza, ha consentito a 72 paesi e organizzazioni internazionali di puntare i riflettori sui risultati ottenuti in ambito scientifico e tecnologico, nella cultura e nell'arte; 11 di loro partecipavano all'evento per la prima volta, tra cui Bahrain, Gambia, Guinea-Bissau, Honduras, Mali, Oman, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Togo e Zimbabwe. Il sesto Forum Economico Internazionale di Hongqiao, che includeva 22 sottoforum, ha richiamato il numero record di oltre 8.000 partecipanti. Importanti funzionari governativi, premi Nobel, accademici e numerosissimi alti dirigenti di pionieristiche imprese cinesi e internazionali sono stati invitati a discutere dei livelli di apertura globali. In concomitanza con l'evento è stato pubblicato il World Openness Report 2023. È stato proposto congiuntamente un numero record di sottoforum da parte di organizzazioni internazionali, come la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD), il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO), il Centro per il Commercio Internazionale (ITC) e il Patto Mondiale delle Nazioni Unite. La settima edizione della CIIE si prepara ora a una nuova serie di eventi mondiali itineranti, dal 4 al 12 dicembre. Le prime tappe si svolgeranno in tre paesi europei: Svizzera, Austria e Francia. Le ditte europee partecipano regolarmente alla CIIE e hanno potuto trarre vantaggio dal vasto mercato cinese. La francese Schneider Electric, che ha preso parte alla CIIE per la sesta volta, dichiara di aver firmato accordi con oltre 30 società nel corso dell'Expo di quest'anno, il 24% in più rispetto all'anno precedente. "In passato, le nostre attività riguardavano principalmente il settore manifatturiero ed edile; quest'anno si sono estese a oltre 10 comparti, tra cui l'energia, le costruzioni commerciali e le scienze della vita. Siamo pronti a collaborare maggiormente con la Cina, per ottenere vantaggi reciproci", ha dichiarato un rappresentante dell'azienda.  Attualmente sono già stati prenotati più di 100.000 metri quadri di area espositiva per la settima edizione della CIIE nel 2024. Prenotate da subito il vostro spazio dal link: https://www.ciie.org/exhibition/f/book/register?locale=en&from=press
 Foto – https://mma.prnewswire.com/media/2294528/CIIE.jpg Logo – https://mma.prnewswire.com/media/2294356/CIIE_Logo.jpg
 Contatto: Sig.ra  Cui YanTel.: 0086-21-968888Email: exhibition@ciie.org Sito web: http://www.ciie.org/zbh/de/ Facebook: https://www.facebook.com/ciieonline Twitter: https://zwitschern.com/ciieonline
     
View original content:https://www.prnewswire.com/it/comunicati-stampa/la-sesta-edizione-della-ciie-si-conclude-con-risultati-eccezionali-302008869.html
 

 —immediapress/pr-newswirewebinfo@adnkronos.com (Web Info)