(Adnkronos) – La Lazio ribalta la partita contro il Frosinone all'Olimpico con un netto 3-1, mettendo in campo una reazione d'orgoglio dopo il vantaggio dei ciociari su rigore nel secondo tempo dopo un primo chiuso con un nulla di fatto: 3-1 il risultato finale. I biancazzurri chiudono il 2023 del campionato di Serie A all'ottavo posto e 27 punti, insidiando il Napoli a 28 dopo lo 0-0 di oggi contro il Monza ospite al Maradona.  Al 4' primo tentativo della Lazio con Castellanos di testa, la palla termina oltre la traversa. Il Frosinone ci prova all'11' con Harroui, palla fuori di molto. Kamada prova a sbloccare per la Lazio sugli sviluppi di un calcio di punizione al 16', Okoli respinge e il tiro al volo del biancazzurro va sopra la porta. I due poi si scontrano quattro minuti dopo e restano a terra, gioco interrotto ma nessun infortunio e la partita all'Olimpico riprende. Al 32' tira Zaccagni ma Turati respinge con i pugni. Il Frosinone ci prova al 36' e al 37' con Gelli e Barrenechea, al 41' ancora Zaccagni: tutti tentativi ben fuori dagli specchi delle rispettive porte.  Nel secondo tempo primo minuto con il primo brivido della partita con Pellegrini che tira forte da lontano, la palla esce di pochissimo alla sinistra di Turati. Pochi minuti dopo Pellegrini esce per un dolore muscolare, al suo posto Hysaj. La svolta per il Frosinone arriva al 54' dopo la gran smanata di Guendouzi in area laziale, è rigore netto e confermato dal Var. Trasforma Soulé al 57'. Grande la reazione della Lazio, che in due minuti ribalta il momentaneo svantaggio: al 70' con Castellanos di testa su cross a campanile di Isaksen, il vantaggio lo firma al 72' Isaksen stavolta servito da Castellanos. L'argentino segna ancora all'80' ma il gol viene annullato per fuorigioco. All'84' la partita si chiude con il gol di Patric. Sei i minuti di recupero.  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)