(Adnkronos) – La Principessa Kate è più vicina a Carlo III di quanto non lo sia lo stesso William. E se il rapporto a volte definito 'conflittuale' tra il principe e il re è migliorato e si è rafforzato nel tempo, il merito è anche della moglie del futuro sovrano e della sua attenta opera di mediazione. Parola di una fonte interna al Palazzo che descrive per la rivista 'People' una Kate pienamente a suo agio e naturale nello svolgimento dei compiti che è chiamata ad assolvere.  A partire da quello che il 5 dicembre l'ha vista partecipare a Buckingham Palace al ricevimento annuale offerto da Carlo e Camilla per gli oltre 500 membri del corpo diplomatico. "Si è divertita moltissimo quella sera e sembrava davvero a casa", ha dichiarato la fonte reale. "Conosce l'importante ruolo che la famiglia svolge nella costruzione di relazioni a livello globale per conto del Regno Unito". "È chiaro che lei e il Re sono abbastanza vicini, per certi versi gli è più vicina di quanto non lo sia William", aggiunge l'insider, per il quale "solo di recente William si è riavvicinato a Carlo e Kate ha agito come un onesto mediatore in questo". 
Recentemente è stato il 'Daily Beast' a parlare di "una certa tensione" tra il principe e suo padre, in particolare sul controllo che il principe può esercitare nel suo ruolo di erede al trono. "Sono sicuro che si scontreranno perché Carlo è allergico a chiunque gli dica cosa fare, e William non è esattamente famoso per la sua sottigliezza", spiega un ex membro dello staff di Buckingham Palace citato da Cosmopolitan. "Ma penso che sia ampiamente vista come una rivalità produttiva, piuttosto che distruttiva, perché William rispetta il 'rango' di suo padre come capo della 'Firm'". 
Del ruolo di William e Kate la biografa reale Sally Bedell Smith sottolinea come "stiano perseguendo le iniziative che sono importanti per loro", "non spingono per soppiantare Carlo e Camilla, svolgono opera di rinforzo nei loro confronti". La fermezza e il carattere di Kate sono tra l'altro entrati in gioco subito dopo l'intervista bomba di Harry e Meghan Markle con Oprah Winfrey nel 2021. Riguardo alle "preoccupazioni e conversazioni su quanto scura" potesse essere la "pelle" del nascituro, denunciate dai Sussex, Buckingham Palace ha rilasciato una dichiarazione di 61 parole a nome della regina Elisabetta. Nella dichiarazione si sottolineava che "alcuni ricordi possono variare" riguardo al tema oggetto dell'intervista – e – come scrive Valentine Low nel suo libro 'Courtiers: The Hidden Power Behind the Crown' Kate ha svolto un ruolo chiave nel promuovere quella frase. "Ha mostrato una vera forza e determinazione nel voler sottolineare che forse c'era una verità diversa", dice Low. "Kate pensa in modo strategico", aggiunge. "Un giorno diventerà regina e ha a cuore gli interessi della monarchia e della famiglia reale". —internazionale/royalfamilynewswebinfo@adnkronos.com (Web Info)