(Adnkronos) – Si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile ritorno nel Regno Unito di Harry e Meghan. Dopo l'annuncio del Duca di voler stare maggiormente vicino a Carlo in cura per un cancro e di aiutarlo in alcuni suoi impegni pubblici che il re è costretto inevitabilmente a saltare, e sebbene la moglie abbia mostrato contrarietà all'ipotesi di trasferirsi a Londra dalla California, sembra che i due, come riferisce il Telegraph, abbiano assunto un esperto in pubbliche relazioni in Gran Bretagna, dove avvierebbero una non meglio precisata attività imprenditoriale.  È la prima volta che il duca e la duchessa di Sussex assumono un dipendente nel Regno Unito da quando si sono trasferiti negli Stati Uniti nel 2020. La novità dipenderebbe dal crescente carico di lavoro delle molte loro iniziative commerciali, oltre che dall'enorme attenzione internazionale di cui godono sia a livello professionale che personale. Ma, lavoro a parte, resta sempre valida l'ipotesi che alla decisione del ritorno in patria di Harry, seguito dalla moglie, contribuisca il suo legame, pur sempre forte nonostante i dissidi, con la sua famiglia.  Per un motivo oppure un altro, il figliol prodigo potrebbe d'ora in avanti trascorrere più tempo nel Regno Unito anche a causa della malattia del padre, mentre William potrebbe prendersi maggiore spazio per stare al fianco di Kate in quella che si preannuncia una convalescenza più lunga del previsto, dopo il suo intervento chirurgico all'addome. A proposito di William, pare che il principe di Galles, a questo punto, accoglierebbe con benevolenza il fratello, qualora tornasse a casa: lo ha fatto sapere dalla casa del Grande Fratello Celebrity lo zio di Kate, Gary Goldsmith, secondo cui l'erede al trono sarebbe disposto "a porgere, come ha sempre fatto, un ramoscello d'ulivo ad Harry, se tornasse in famiglia".   —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)