(Adnkronos) –
L’amministratore della società pugliese, specializzata nella caratterizzazione delle discariche e nella bonifica, spiega l’importanza delle moderne tecnologie per valutare la salubrità del territorio
 Bari, 7 febbraio 2024.L’unico laboratorio mobile presente al Sud, capace in breve tempo di esaminare un territorio, analizzare tempestivamente sul posto dei campioni e prevedere una bonifica in tempo reale. Sono le unità mobili di “Ecosondag”, sentinelle già al lavoro sul territorio e che offrono “il pronto intervento” per gli enti locali alle prese con i problemi ambientali quotidiani.  Discariche, siti contaminati, inquinamento: sono realtà con le quali cittadini e amministrazioni pubbliche si confrontano ogni giorno, tra aree mal gestite frutto dello scorretto utilizzo del territorio e interventi che richiedono, talvolta, lungaggini burocratiche infinite.  Tuttavia, le nuove tecnologie vanno incontro alle esigenze del pubblico, velocizzando le analisi per un intervento immediato.  “Con i laboratori mobili possiamo oggi comprendere immediatamente lo stato dell’arte, capire se un’area ha immediato bisogno di bonifica e, nel caso, come affrontare l’eliminazione della problematica”, spiega Gianfranco Laterza, responsabile in Puglia della società Ecosondag. Specie nei casi di emergenza, questo tipo di servizio può essere decisivo nella tutela del territorio, un vero e proprio alleato delle pubbliche amministrazioni che, grazie al laboratorio mobile e alle analisi tempestive, evitano la perdita di tempo prezioso, fondamentale per gli interventi veloci.  “Il laboratorio mobile — osserva Laterza — offre una praticità unica, permette di bypassare la spedizione dei campioni presso laboratori anche distanti dal luogo d’interesse. Le attrezzature — aggiunge il responsabile di Ecosondag — mantengono la stessa puntualità e precisione, fornendo dati utili per la caratterizzazione dei siti contaminati”. Il laboratorio mobile di Ecosondag è l’unico nel suo genere presente nel Sud Italia, capace di coprire la vasta area del Mezzogiorno e Centro Italia: uno strumento dall’alto valore aggiunto per rispondere nelle situazioni di grave criticità.  L’azienda Ecosondag, con sede in Bari, è attualmente impegnata su più fronti: è in corso la caratterizzazione, con progetto di bonifica, di una discarica nel frusinate e della discarica Pariti 2, nell’area di Manfredonia.  In entrambi i casi, Ecosondag sta svolgendo indagini, per esempio, per accertare l’indice respirometrico e valutare se i rifiuti presenti sono mineralizzati o meno.  “I rifiuti urbani, nel corso del tempo, posso perdere la carica inquinante diventando inerti”, spiega Gianfranco Laterza. “Per la loro bonifica, è necessario comprendere se sono pericolosi o meno, per poi decidere se, e a quali siti dovranno eventualmente essere trasportati”. Con le normative sempre più stringenti a tutela del territorio, le tecnologie oggi esistenti possono aiutare nel ripristino regolare dei territori interessati dalla presenza di discariche abusive. “Con il laboratorio mobile — aggiunge il l’amministratore di Ecosondag — anche le autorità regionali come l’ARPA possono contare su un livello massimo di attenzione, per interventi rapidi e mirati”. 
CONTATTI:
https://www.ecosondag.it/
 —immediapresswebinfo@adnkronos.com (Web Info)