(Adnkronos) – In Italia il "settore farmaceutico vale 50 miliardi di euro circa, siamo primi in Europa e ce la giochiamo con la Germania. È un’eccellenza che va difesa oltre che implementata. È stato istituito un tavolo tra Mimit e ministero della Salute per aumentare il dialogo tra istituzioni di Governo e industria pubblica per sottolineare le opportunità che ci sono in Italia". Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato intervenendo all’evento ‘Europa Salute – Sfide e opportunità per il futuro’ promosso oggi a Roma da Eli Lilly presso Spazio Europa, sede della rappresentanza in Italia della Commissione europea e del Parlamento europeo, nello stesso palazzo dove sono stati inaugurati i nuovi uffici istituzionali dell'azienda  E sull’azienda farmaceutica che ha recentemente comunicato un ulteriore investimento in Italia di oltre 750 milioni di euro nei prossimi 2 anni per potenziare la produzione innovativi, Gemmato ha sottolineato come “Lilly sia una realtà che crede nell’Italia e di conseguenza investe in Italia e noi abbiamo bisogno di investitori e companies esteri che investono nel nostro Paese”. Abbiamo “livelli di professionisti che si occupano di farmaceutica con una preparazione profonda – ha poi aggiunto – in quanto ben formati dalle nostre università pubbliche. Il tema è farli rimanere in Italia: aumentare il grado di investimenti ha l’effetto positivo di evitare che i nostri ricercatori vadano all’estero e tendono a irrobustire il nostro Pil”. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)