Torna alla riscossa Elon Musk che avrebbe ribadito la volontà di comprare Twitter per 54,20 dollari ad azione. A causa di queste indiscrezioni le azioni del social cinguettante sono state sospese a Wall Street. Per ora i legali del patron di Tesla non hanno rilasciato nessun commento, ma l’acquisto di Twitter dovrebbe essere il primo tassello di un piano molto più grande ideato da Musk, ovvero la creazione di un app totale.

Twitter come acceleratore di “X”

L’acquisizione di Twitter è il punto di partenza per creare quella che viene definita la “app totale” (the everything app). Tutto questo grande piano è collegato a X.com, la compagnia di servizi bancari online che fondò nel 1999 facendola poi confluire nell’odierna PayPal. Il rilancio di X.com, quindi, è la spinta che ha mosso Elon Musk a riprendere il discorso interrotto dell’affare Twitter, trasformando poi il social network in un acceleratore per creare X, la app totale.

Già ad agosto, durante l’incontro annuale con gli azionisti Tesla, Musk aveva spoilerato le sue intenzioni: «Oggi ho una visione più ampia di quello che pensavo potesse essere la X Corporation all’epoca. È una visione piuttosto grandiosa e naturalmente si potrebbe partire da capo, ma credo che Twitter accelererebbe la cosa da tre a cinque anni».

A che modello di servizi digitali sta pensando Musk?

Elon Musk ha gettato l’esca e ora tutti si chiedono che tipologia di servizi digitali vuole creare l’eclettico miliardario. Per ora ci sono solo una serie di ipotesi, ma Musk non ha mai nascosto di avere un certo interesse per il modello WeChat, la app di instant message cinese. Il proprietario di Tesla e di Space X potrebbe voler creare una super app che, oltre ai messaggi istantanei e al social networking, possa offrire per l’appunto una lunga serie di servizi collaterali. Dai videogiochi agli acquisti online, dalle transazioni finanziarie al pagamento delle bollette, fino all’accesso a servizi pubblici, alla prenotazione di visite mediche e tanto altro ancora: tutto questo in un’unica applicazione fruita da oltre 1,2 miliardi di utenti cinesi. Per raggiungere un successo simile, Elon Musk quindi potrebbe voler sfruttare Twitter per far confluire dentro un’unica applicazione tutti quei servizi ormai essenziali alla nostra vita quotidiana.

Il progetto è ambizioso e la tabella di marcia per la realizzazione del sogno di Musk è serratissima, ma il processo di acquisizione di Twitter che si protrae da mesi potrebbe allungare ancora di più i tempi previsti.