Oggi sono stati eletti i capigruppo alla Camera e al Senato. È il secondo passo, dopo l’elezione delle terze cariche dello Stato, di un periodo che troverà la sua conclusione con le consultazioni con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in previsione della formazione del nuovo esecutivo.

I nomi

La figura del capogruppo non è presente solo in Italia ma, anche se in forme differenti, sostanzialmente in quasi tutte le principali democrazie occidentali. Da noi sono eletti da parte di ogni gruppo parlamentare sia alla Camera sia al Senato.

Il capogruppo deve essere necessariamente un membro del gruppo parlamentare che rappresenta e viene nominato nel corso della prima riunione. Oltre a essere un punto di riferimento per i colleghi di partito, nelle sue funzioni c’è il prendere parte a organi collegiali come la conferenza dei capigruppo alla Camera.

Nell’area della coalizione di centro destra, per Fratelli d’Italia sono stati eletti Francesco Lollobrigida (Camera) e Luca Ciriani (Senato), mentre per Forza Italia Licia Ronzulli (Senato) e Alessandro Cattaneo (Camera). Per la Lega invece sono stati eletti Riccardo Molinari (Camera) e Massimiliano Romeo (Senato). 

Il Partito Democratico ha eletto Debora Serracchiani (Camera) e Simona Malpezzi (Senato), mentre il Movimento 5 Stelle ha nominato come capogruppo Francesco Silvestri (Camera) e Barbara Floridia (Senato). 

Il Terzo Polo (Azione e Italia Viva) ha nominato Matteo Richetti (Camera) e Raffaella Paita (Senato).