(Adnkronos) – Un serpente velenoso in campo a Brisbane e Dominic Thiem scappa. Il tennista austriaco ha dovuto fare i conti con un avversario particolare nel match del primo turno di qualificazione. Tra i cavi televisivi, a ridosso dei cartelloni pubblicitari, è spuntato un serpente di circa 50 centimetri: l'esemplare, considerato estremamente velenoso, è stato catturato da un addetto. Il match, dopo la sospensione per l''operazione', è ripreso e Thiem ha avuto la meglio sull'australiano James McCabe per 2-6, 7-6, 6-4. Se McCabe è abituato a situazioni più o meno normali in Australia, Thiem non ha nascosto il proprio disagio: "Amo gli animali, specialmente quelli esotici. Ma era un serpente davvero velenoso ed era vicino ai raccattapalle, una situazione molto pericolosa", dice l'austriaco. "Non mi era mai capitata una cosa del genere, non la dimenticherò mai".  —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)