(Adnkronos) – 7 marzo 2024 «Non vogliamo processare le intenzioni dell’artista della mostra “Gratia Plena”, presente in questi giorni nella chiesa di Sant’Ignazio di Carpi, né quelle della Diocesi, ma per migliaia di persone si tratta di una iniziativa blasfema, che non lasciano dubbi sull’ambiguità sessuale e indecente che trasmettono. Esempio ne è il quadro che sembra rappresentare un rapporto orale tra una persona e l’immagine di Cristo. Prova dello scandalo suscitato dalla mostra sono anche le oltre 14mila firme raggiunte in poche ore dalla nostra petizione popolare. Chiediamo quindi a monsignor Erio Castellucci, vescovo di Modena-Nonantola, di ritirare immediatamente le rappresentazioni blasfeme esposte in questo luogo di culto!». Così Toni Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia onlus. —immediapresswebinfo@adnkronos.com (Web Info)