(Adnkronos) – "Non vorrei che dopo il Qatargate scoppiasse il Cinagate". Lo afferma il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, che giudica "un suicidio" l’addio ai veicoli a combustione interna entro il 2035 e l’obbligo di passaggio a veicoli elettrici.  Intervenendo al convegno di Conftrasporto, dice no all’ambientalismo da “ideologia folle, altrimenti saremo tutti circondati da alberelli e disoccupati”. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)